News

imposte di acquisto immobile

Come si calcolano le imposte di acquisto della prima e seconda casa?

Tempo di lettura: 2 min

In breve
Quando si acquista un immobile è importante sapere quante imposte si dovranno pagare, sia nel caso di acquisto prima casa che in caso di acquisto seconda casa. Se vendi l’immobile da privato non sei soggetto a iva. Se vendi l’immobile come società sei soggetto a iva.

“HO DECISO COMPRO CASA! MA QUANTE IMPOSTE DEVO PAGARE??”

Nel momento in cui si decide di acquistare casa la domanda sorge spontanea…quali sono le imposte da pagare?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare subito due distinzioni:

  • Acquirente che acquista casa da un venditore privato/Acquirente che acquista casa da impresa o società
  • Acquirente che acquista come prima casa/Acquirente che acquista come seconda casa

Calcolo imposte casa se il venditore è un privato

Nel caso in cui il venditore sia un privato, la compravendita non è soggetta a IVA ma è soggetta all’imposta di Registro da calcolare sul valore catastale:

1. Se acquistiamo come prima casa, l’imposta di Registro è pari al 2% del valore catastale a cui si aggiunge l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria per un valore di 50 €/cad per un totale quindi di 100 € ….ricapitoliamo quindi:

ACQUISTO PRIMA CASA DA PRIVATO: 2% del valore catastale + 100 €

2. Se acquistano come seconda casa o se è una casa di lusso l’imposta di registro è pari al 9% del valore catastale, a cui si sommano l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria per un valore di 50 €/cad per un totale quindi di 100 € ….ricapitoliamo quindi:

ACQUISTO SECONDA CASA DA PRIVATO: 9% del valore catastale + 100 €

Calcolo imposte casa se il venditore è una società di costruzioni o ristrutturazioni

Nel caso di acquisto casa da una società di costruzioni o ristrutturazioni che vende un immobile entro 5 anni dalla fine lavori, la compravendita sarà soggetta ad IVA da calcolare sul prezzo di compravendita:

1.Se acquistiamo come prima casa, paghiamo l’IVA a 4% dal calcolare sul prezzo di acquisto dell’immobile, a cui si somma l’imposta di registro, l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria che vanno versate in misura fissa per un valore di 200 €/cad per un totale quindi di 600 €…ricapitoliamo:

ACQUISTO PRIMA CASA DA SOCIETA’ COSTRUTTRICE: IVA AL 4% sul prezzo di compravendita + 600 €.

2. Se acquistiamo una seconda casa, l’IVA è pari al 10% del prezzo, a cui si sommano le imposte di registro, catastale e ipotecaria che vanno versate in misura fissa per un valore di 200 €/cad per un totale quindi di 600 €…ricapitoliamo:

ACQUISTO SECONDA CASA DA SOCIETA’ COSTRUTTRICE: IVA AL 10% sul prezzo di compravendita + 600 €.

3. Se acquistiamo un’abitazione di lusso, l’IVA è pari al 22% a cui si sommano le imposte di registro, catastale e ipotecaria che vanno versate in misura fissa per un valore di 200 €/cad per un totale quindi di 600 € …ricapitoliamo:

ACQUISTO IMMOBILE DI LUSSO: IVA AL 22% sul prezzo di compravendita + 600 €.

Calcolo imposte casa se acquistiamo da una società NON costruttrice o da impresa costruttrice

Nel caso di acquisto da una società NON costruttrice o da impresa costruttrice che vende l’immobile OLTRE 5 anni dalla fine lavori, la società può optare tra IVA o IMPOSTA DI REGISTRO. L’imposta di Registro si calcola sul Valore Catastale:

1. Se prima casa, l’imposta di Registro è pari al 2% del valore catastale a cui si aggiunge l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria per un valore di 50 €/cad per un totale quindi di 100€…ricapitoliamo quindi:

ACQUISTO PRIMA CASA DA SOCIETA’ NON COSTRUTTRICE O IMPRESA OLTRE I 5 ANNI  DALLA FINE LAVORI: 2% del valore catastale + 100 €

2.Se seconda casa o casa di lusso l’imposta di Registro è pari al 9% del Valore Catastale a cui si aggiungono l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria per un valore di 50 €/cad per un totale quindi di 100€…ricapitoliamo quindi:

ACQUISTO SECONDA CASA O CASA DI LUSSO DA SOCIETA’ NON COSTRUTTRICE O IMPRESA OLTRE I 5 ANNI DALLA FINE LAVORI: 9% del valore catastale + 100 €

Quando e come si devono pagare le imposte?

Le imposte di registro, catastale e ipotecaria si pagano il giorno del Rogito dal Notaio, che le versa all’Erario al momento della registrazione dell’atto di compravendita, il notaio svolge quindi la funzione di “sostituto d’imposta”.

Qualora, invece, ad essere versata sia l’IVA, si versa direttamente all’impresa costruttrice o ristrutturatrice, la quale è poi responsabile nei confronti dell’Erario.

Contattaci per chiederci maggiori informazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *